Il Krav-Maga (che in Israeliano significa combattimento a corta distanza)  nasce negli anni 40 grazie a Imrich (Sde-Or) Lichtenfeld.
Nato in un contesto storico (persecuzioni naziste), dove era importante saper difendersi, Imi ha progettato il suo metodo perché fosse “reale ed efficace” e nel corso degli anni ha testato le sue tecniche in molte circostanze. Ciò rende il Krav Maga un sistema di autodifesa moderna e realistica, caratterizzata da un modo di pensare coerente e logico, consentendo così che le tecniche siano naturali, pratiche e facili,  basate su movimenti relativamente semplici del corpo umano.
Ovviamente,  il realismo di questa disciplina non prevede regole o competizioni sportive dimostrative, che ne limiterebbe i concetti. È un metodo ideale di autodifesa per affrontare gravi pericoli.

Il Krav Maga è creato è basato sui valori morali ed umani, che danno risalto all’importanza dell’umiltà e del rispetto per gli altri.

Il Krav-Maga trae le sue radici da discipline già esistenti, modificandole con il tempo ed è un insieme di principi, rivolti esclusivamente alla efficacia. Conoscere e usare i suoi principi serve ad aumentare le nostre possibilità di sopravvivenza in caso di pericolo.
Questo è il motivo per cui questa disciplina è adottata dalle forze armate Israeliane, alcune unità di polizia americana, dall’ F.B.I, dai G.I.G.N Francesi, con una sempre più massiccia diffusione in Italia tra le Forze dell’Ordine, i reparti militari d’elite, gli operatori della sicurezza e la vigilanza privata.

Il Krav-Maga si suddivide in due fasi:

  • La Difesa Personale:  è la spina dorsale di questa disciplina. Qui si studiano le tecniche per consentire di difendersi dagli attacchi a mano nuda, contro armi bianche e da fuoco, in diverse posizioni: in piedi, seduti, sdraiati…
  • Il Combattimento Corpo a Corpo: è lo stadio più avanzato del Krav-Maga dove si impara in modo rapido ed efficace la neutralizzazione di un aggressore.
    Raccoglie gli elementi relativi al combattimento stesso: la tattica, le finte, la combinazione di diversi attacchi, la parte  psicologica del combattimento … e altrettanti esercizi che permettono di sviluppare la capacità di gestire situazioni di pericolose.
  •  

     

     

    Nel Krav-Maga non esistono regole

      Il Krav Maga è estrema EFFICACIA, ISTINTIVITÀ, CONDIZIONAMENTO e VELOCITA’ di esecuzione delle tecniche, fino all’eliminazione del problema, perciò si adatta ad ogni tipo di persona: uomini, donne, ragazzi, di qualsiasi corporatura e peso.
      Il Krav-Maga si basa sui valori morali e umani, insegnando l’umiltà e il rispetto per gli altri.

    Il Krav-Maga non è solo un arte marziale, è un modo di vivere!


    Qualche data importante:

      Dal 1944 viene utilizzato come addestramento per le forze Israeliane.
      Nel 1964 viene adattato alle esigenze civili e viene creato un programma tecnico specifico.
      Nel 1972 il Krav-Maga viene riconosciuto dal Wingate Institute of Sport and Physical Education, dove viene organizzato il primo corso istruttori per civili
      Inoltre viene riconosciuto dal Ministero della Pubblica Istruzione e viene integrato nelle scuole, negli istituti privati, nei Kibbutz, nei Moshavim, nella polizia e nell’esercito.
      Nel 1978 nasce la Federation for Krav-Maga and Self Defense – Imi’s Method (Federazione di Krav-Maga e Difesa Personale – metodo Imi).
      Nel 1979 il nome viene cambiato in Israeli Krav Maga Association (IKMA).
      Nel 1981 il Krav-Maga comincia ad essere conosciuto in tutto il mondo.
      Nel 1987 Richard Douieb, viene delegato direttamente da Imi a rappresentarlo in tutta Europa.
      Nel 1997 Richard Douieb crea la FEKM-RD